Cento per cento not provided ? ci siamo!

Benvenuti...nell'oscurità dei dati...
Benvenuti…nell’oscurità dei dati…

Chi ha seguito il mio intervento al Web Reevolution, saprà che si parlava del caso futuro in cui il famigerato “not provided” della web analytics sarebbe arrivato al 100%.

Be, quel momento è arrivato. Ora. Diciamo entro qualche settimana. Search engine land segnala che a seguito dello “scandalo” delle intercettazioni della NSA, Google ha deciso di inserire tutte le ricerche (anche da sloggati) su protocollo sicuro. Questo vuol dire 100% not provided. Presto.

Questo è un dato rilevato da oltre 60 siti, quindi non si tratta di un caso isolato.

Stranamente…

il blocco per la privacy non vale per gli inserzionisti di Adwords, ma guarda un pò!

Comunque se avete fatto i compiti per casa, avete iniziato a studiarvi anche Adwords, vero ?

In particolare questo…

approfondite il metodo su moz

Conclusioni finali

Lo scenario che si apre è decisamente differente. Devastante da un certo punto di vista, un’opportunità dall’altro. Il problema principale che vedo è per le aziende clienti, che saranno sempre più diffidenti nell’investire sui nuovi consulenti Seo, mentre chi è sul mercato da più tempo avrà (a ragione o a torto) una reputazione più facilmente dimostrabile con i numeri del passato.

Che ne pensate ?

9 thoughts on “Cento per cento not provided ? ci siamo!

    1. Nessuna purtroppo, il dato viene filtrato all’uscita di google, quindi impatta su tutti i sistemi. Non so come la prenderanno le aziende che hanno speso 100.000 euro (o 150.000 dollari) per i sistemi di analytics più enterprise.

        1. è sempre più problematico, con l’avvento di android ci sono sempre più utenti con smartphone e tablet che hanno un profilo google, quindi quasi sempre quando fanno una ricerca da loggati possono avere dei risultati “infiltrati” da visite precedenti, perchè google ripropone nei risultati naturali le visite precedenti dello stesso ambito semantico. Idem per gli utenti apple che fanno uso di account gmail. Inoltre universal search ha reso le serp più variopinte con prodotti, mappe, video, immagini, eccetera. Ci sarà la tentazione di alcuni “professionisti” di fare nuovamente contratti con le keyword “un tanto al chilo”, io preferisco usare queste misurazioni per dare un valore aggregato: Sei specializzato nelle case in affitto a trapani e palermo ? Ok, rispettivamente ai tuoi concorrenti la tua visibilità è 17/100. Il tuo migliore competitor ha visibilità 22/100. Di mese in mese si misura la posizione ponderata con i volumi di ricerca stimati e si rifà il calcolo. E’ complicato lo so, ma per ora non ho idee migliori…

  1. non mi è chiaro cosa cambia con questo “filtro” e l’aggiunta della dimensione secondaria “landing page”. Inoltre non vedo perchè non pubblicarlo senza bisogno di scriverti una email ed essere diventati fan su facebook: mi sembra un processo che punta all’aumento dei tuoi like. Inoltre permettimi di dubitare dell’efficacia senza vederne almeno uno screenshot: se l’80% del tuo traffico arriva da 4 pagine, temo che con questo filtro non riesci a distinguere le keyword. Fai un post con dei dati, altrimenti è solo una boutade.

Comments are closed.