Google ti segnala schemi di link ? Scherzetto!

Ultimamente sembra che tra le varie innovazioni di Google, la più importante è l’attivazione dell’algoritmo dell’umorismo. Come tutte le cose in beta di google, anche questa feature ha bisogno di aggiustamenti, per cui quando l’algoritmo è stato lanciato giovedì scorso, ha ben pensato di recapitare un numero imprecisato di questi messaggi a diversi webmaster.

 

Dear site owner or webmaster of….
We’ve detected that some of your site’s pages may be using techniques that are outside Google’s Webmaster Guidelines.

Specifically, look for possibly artificial or unnatural links pointing to your site that could be intended to manipulate PageRank. Examples of unnatural linking could include buying links to pass PageRank or participating in link schemes.

We encourage you to make changes to your site so that it meets our quality guidelines. Once you’ve made these changes, please submit your site for reconsideration in Google’s search results.

If you find unnatural links to your site that you are unable to control or remove, please provide the details in your reconsideration request.

If you have any questions about how to resolve this issue, please see our Webmaster Help Forum for support.

Sincerely, Google Search Quality Team

“Che cazzo ti ridi”?

Chi controlla i controllori ?
Chi controlla i controllori ?

Chi fa questo mio mestiere, non è abituato a questi slanci di umorismo, per cui usando il social network dei dipendenti di google google+  diverse persone hanno chiesto spiegazione a Matt Cutts. Il quale fortunatamente non si è dato per disperso e ha spiegato che era soltanto uno scherzo e che adesso era in viaggio, ma quando sarebbe rientrato avrebbe parlato con la troupe per rivedere la situazione. E intanto ha detto “ignorate il messaggio, c’è stato un problemino.” (questa è la parafrasi mia).

 

Chiaramente Danny Sullivan di SEL (che non è il partito politico, ma è search engine land),  gli ha spiegato due cosette riguardo alla differenza tra fare un gavettone e prendere per i fondelli le persone. L’articolo è in inglese, ma vi consiglio di leggerlo, perchè analizza la situazione dal passato recente, quando Google ha spedito la prima infornata di messaggi alcuni mesi fa.

Matt cutts a proposito dei messaggi di link scheme

Communication breakdown

Nonostante il tono canzonatorio del post, la riflessione su questa situazione è che Google ha una responsabilità sulle sue azioni. Non ha senso dire “l’indice è mio, ne faccio quello che voglio io”: sembra il bambino che dice “il pallone è mio, quindi ho deciso che non si gioca più”. Il motore di ricerca ha un ruolo fondamentale nella società odierna, è come un superpotere. E lo Zio Ben dell’uomo ragno ha ben spiegato che “da grandi poteri, derivano grandi responsabilità“.

Dalla collaborazione con i webmaster può nascere una sinergia che va a vantaggio di tutti: una comunicazione migliore, dovrebbe aiutare in tal senso.

 

2 thoughts on “Google ti segnala schemi di link ? Scherzetto!

  1. Google forse ha scelto di cavalcare un po questa versione strategica della comunicazione per distogliere l’attenzione da penguing? Ma, fatto è che se vedi una mail così il coccolone un pò arriva … e gli accidenti alla grande G partono dal subconscio. Carino però … ciao

Comments are closed.